Presentazione     Statuto       Organigrammi      Contatto   Home
 

Home

Banca Dati

Comunicati Ufficiali

Attualità e Approfondimenti

Fisco

I Settori dello Snami

News Riservate

 

COMUNICATI    S.N.A.M.I.

 

 

SETTORE NAZIONALE

CONTINUITA’ ASSISTENZIALE

 

TAORMINA 11-12-2008

COMUNICATO STAMPA

RINNOVO DEL CONTRATTO DI M.M.G.- RUOLO DELLA CONTINUITA’ ASSISTENZIALE

Riqualificare e rimotivare i "camici bianchi" italiani della medicina generale e migliorare così il Servizio Sanitario Nazionale e l'assistenza ai cittadini e' l'ambizioso obiettivo che lo SNAMI sta cercando di raggiungere in questi giorni nelle trattative nazionali per il rinnovo del contratto di Medicina Generale e trovare così un accordo con al parte pubblica che finalmente soddisfi la categoria.

In quest’ottica il settore che dovrebbe essere potenziato, rilanciato e a cui ormai credo debba essere ridata quella dignità professionale troppe volte calpestata è quello della Continuità Assistenziale.

È in gioco il futuro di questo settore, che in molte Regioni come la Sicilia e la Calabria, è ancora massacrato da impetuose e incomprensibili sforbiciate al bilancio e a cui SNAMI si è opposto con tutti i mezzi a sua disposizione , in ultimo con i ricorsi al T.A.R Catania e al TAR di Reggio Calabria per la sospensione dei provvedimenti di chiusura dei presidi di C.A. che hanno comportato una perdita di centinaia di posti di lavoro con incremento esponenziale della disoccupazione.

Pertanto questi gli obiettivi su cui da qualche anno stiamo lavorando e che desidero qui ricordare e che sono stati ribaditi da SNAMI nella contrattazione di questi giorni:

1)Completamento orario a 38 ore settimanali in attività distrettuali.

2)Stabilizzazione dei medici sostituti che per inadempienza contrattuale da parte delle Regioni(vedi Sicilia) sono . di fatto alla soglia dei 50 anni ancora precari.

3)Eliminazione della quota riservata del 67% dei posti da assegnare ai medici di medicina generale in possesso dell’attestato di formazione,garantendo così ai medici equipollenti il diritto sancito dall'art. 30 del d.lgs n. 368 del 17.08.1999, così come anche stabilito dalle sentenze della terza sezione quater del TAR del Lazio (RM_200801091_SE) . 4) Riconoscimento del riposo psico-fisico, come tutti i lavoratori.

5) Riconoscimento dell’attività usurante

6) Assicurare un maggior ruolo decisionale dei medici nell'organizzazione e nelle scelte aziendali e nel governo delle attività cliniche, con maggiori poteri, libertà e responsabilità.

7)Sviluppare iniziative e progetti per l'aggiornamento costante dei medici sulle innovazioni tecnologiche e terapeutiche. Garantire la trasparenza e l'indipendenza dei processi formativi.

8)Migliorare la comunicazione ai cittadini sul ruolo del medico nel servizio pubblico.

9)Valorizzare il rapporto tra medico e paziente e l'etica della professione

10)Risolvere i problemi sull'attuazione delle normative comunitarie nella formazione complementare in medicina generale.

11)Definire con criteri certi il fabbisogno dei medici che non deve essere subordinato, come lo è invece nella proposta FIMMG, al numero dei medici di A.P. e dei Pediatri convenzionati il cui aumento porterebbe alla scomparsa della zona carente di C.A. e quindi all’esaurimento del settore.

Ancora una volta vigileremo e lotteremo per i nostri medici,per il nostro futuro.

 

Il Responsabile Nazionale SNAMI C.A. La manna dr. Giancarmelo