Presentazione     Statuto       Organigrammi      Contatto   Home
 

Home

Banca Dati

Comunicati Ufficiali

Attualità e Approfondimenti

Fisco

I Settori dello Snami

News Riservate

 

COMUNICATI    S.N.A.M.I.

 

                    
                      

                                                                                          Catanzaro  24-12-08

CONVENZIONE: FIRMIAMO O NON FIRMIAMO ? ESPRIMI LA TUA OPINIONE

La Sisac ha proposto  una preintesa senza l’approvazione del Consiglio dei Ministri , di fatto con risorse inadeguate ed irrisorie e con obblighi vessatori per i medici. E c’è chi -come la Fimmg-  la firma anche se i soldi di certo non arriveranno domani! La bozza di Accordo presentata da SISAC non corrisponde alle attese ed alle aspettative della categoria ,non garantisce il recupero inflattivo relativo ai tre anni trascorsi (2006-2007-2008) così come non assicura lo stanziamento delle risorse necessarie per quei processi riorganizzativi che si intende sviluppare

L’obbligatorietà della  trasmissione di dati singoli alla propria ASL (nominativi, per giorno, ora, dati anagrafici e tipologie), comporterà un aggravio burocratico insostenibile per i medici
L’obbligo di aderire alle future Unità Operative Complesse pena la decadenza dalla convenzione porterà di fatto alla scomparsa del medico  di famiglia mentre i colleghi di continuità assistenziale per favorire una richiesta demagogica-politica  di assicurare un’assistenza 24 ore su 24 di fatto diventeranno i galoppini dei MMG svolgendo le visite domiciliari diurne.

A differenza di altri, il nostro Sindacato ha stabilito che l’eventuale firma del  nuovo contratto di lavoro, abbia luogo solo previo parere positivo della maggioranza dei delegati al Congresso Straordinario che avrà luogo ad Roma il 10 gennaio p.v.  La parte pubblica propone, in cambio di incentivi irrisori per non dire offensivi, di aumentare ancora i nostri compiti (ricettazione e certificazioni on line, presa in carico  OBBLIGATORIA dei malati terminali) e l’obbligo di lavorare nelle cosidette unità operative complesse! La decisione, non facile, è quindi tra il firmare questa convenzione o  non firmala, che sarebbe, allo stato dei fatti, la cosa più logica, ma che, per una legislazione assurda forse, ci escluderebbe da ogni ulteriore trattativa regionale e aziendale, lasciando quindi nuovamente campo libero al sindacato le cui scelte passate sono la causa principale delle pretese attuali della controparte.

 

Una cosa è certa : la Corte dei Conti non avrà nulla da obiettare visto che il rinnovo della convenzione in pratica avviene a costo zero !!

 

           Firmare o non firmare esprimi la tua opinione: pfioresta@tiscali.it